Blog: http://mildareveno.ilcannocchiale.it

Napoleone silurò Desaix?

POST SCRITTO IL 13 NOVEMBRE 2009

In un suo articolo di oggi, Massimo Gramellini scrive:

È il morbo della mediocrità e lo vediamo all’opera ogni giorno, in ogni consesso umano. Ne sono vittima quei capi che tendono a circondarsi di collaboratori poco dotati, privilegiando la fedeltà al talento, lo spirito di clan alla collaborazione competitiva. Tutti lo fanno e tutti lo pagano, amaramente. Eppure continuano a farlo. Ad Austerlitz, Napoleone fu salvato da un generale estroso che contravvenendo ai suoi ordini giunse sul campo di battaglia al momento sbagliato, cioè giusto, rovesciandone l’esito. Dopo la vittoria l’Imperatore lo rimpiazzò con uno yesman. E fu Waterloo.

A. R. commenta così l'articolo:

Come al solito, un grandissimo Gramellini su "La Stampa". C'è solo un punto che non mi convince: sbaglierò, ma a me risulta che la battaglia in cui Napoleone fu "salvato" da un suo generale fu Marengo, e non Austerlitz (il generale in questione era Desaix).

Essendo ignorante in storia, ho controllato e ho verificato che A. R. ha ragione: fu la battaglia di Marengo. Quella di Austerlitz non la potè fare perché durante la battaglia di Marengo fu ucciso, dunque Napoleone lo rimpiazzò perché morì, non perché gli faceva ombra, e ad Austerlitz vinse senza di lui.

Pubblicato il 15/7/2015 alle 21.13 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web