Blog: http://mildareveno.ilcannocchiale.it

Sabina Began: il mio mito Berlusconi

POST SCRITTO IL 6 OTTOBRE 2009

Intervista di "Vanity Fair" all'attrice Sabina Began. Riporto i brani migliori:

Come ha conosciuto Berlusconi?

Grazie a una coppia di amici stranieri. Mi hanno portata a una cena, a Roma, dove erano suoi ospiti. Mi ha folgorata con il suo carisma: illuminava la scena, riempiva la stanza da solo. [...] Tra il Presidente e me c'è stima e rispetto, non gli ho mai dato del tu, lui per me è un mito.

[...]

Leggo la frase tatuata sul suo piede destro: «29... che illumina la mia anima e cuore per sempre. S.B.». E poi, l'immagine di una farfalla, l'insetto-gioiello che il Presidente regala abitualmente alle sue ospiti. «S.B.» sono le iniziali di Sabina Began, ma anche di Silvio Berlusconi.
«Questo è un omaggio all'uomo che con il suo esempio mi ha cambiato la vita. Il 29 è il giorno in cui l'ho incontrato (29 agosto 2006, ndr) ed è anche la sua data di nascita (29 settembre 1936, ndr). C'è chi si tatua il volto di Che Guevara. Per me è la stessa cosa».

Crede che apprezzerebbe il paragone con Che Guevara?
«Perché no? Anche Berlusconi è un rivoluzionario, un combattente per la libertà e per il popolo».

[...]

Patrizia D'Addario sostiene di avere avuto rapporti con il Premier. Lei la conosce?
«No. Ma non credo a una parola di ciò che dice. Né credo alle registrazioni. In giro ci sono abilissimi imitatori della voce di Berlusconi. [...]»

Pubblicato il 14/11/2014 alle 14.57 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web